Qualità dell’aria nell’area circostante il termovalorizzatore di Torino: i risultati di uno studio modellistico

cloudy sky at daytime

Con report n. 12 si rendono disponibili i risultati dello studio modellistico di dispersione degli inquinanti in atmosfera che valuta il contributo delle emissioni del termovalorizzatore di Torino alla qualità dell’aria nell’area circostante l’impianto, nel corso del 2019.

I risultati mostrano per tutti gli inquinanti, sia a livello di concentrazioni in atmosfera sia di deposizioni, un contributo del termovalorizzatore decisamente modesto, spesso inferiore di uno o più ordini di grandezza rispetto ai valori misurati.

L’unico inquinante per il quale la simulazione restituisce valori con ordine di grandezza confrontabile con quello delle misure è il mercurio nelle deposizioni atmosferiche; sebbene la normativa vigente non preveda valori limite per questo inquinante, è necessario monitorarne nel tempo le concentrazioni.  

I risultati delle attività previste nel prosieguo del programma SPoTT-2 (ulteriori simulazioni modellistiche meteodispersive e i dati derivanti dal monitoraggio delle deposizioni di mercurio avviato presso la sede Arpa di Torino) permetteranno di approfondire lo studio del contributo del termovalorizzatore alle ricadute di questo inquinante nell’area di studio.

Leggi il comunicato stampa

Report 12

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *