A tutto SPoTT!

Ricerca e comunicazione possono andare d’accordo? Questo è un argomento che chi si occupa di divulgare al pubblico i risultati della ricerca che possono avere un impatto sulla vita quotidiana si trova ad affrontare. L’associazione Alessandro Liberati – Network Italiano Cochrane, ha scelto di dedicare a questo tema la sua riunione annuale che si è tenuta all’Istituto Mario Negri di Milano lo scorso 23 maggio, e nella Sezione relativa, SPoTT ha presentato un poster.

Chi si è occupato di SPoTT, ha subito colto la difficoltà di trasferire informazioni, talvolta complesse, ad un pubblico ampio. Il coinvolgimento emotivo degli interessati, la diffidenza nelle istituzioni, la difficoltà nell’ottenere informazioni direttamente correlabili ai rischi con il biomonitoraggio, sono solo alcune complessità che SPoTT deve affrontare. Per questo motivo ci si è dotati di uno specifico Piano di Comunicazione che, accanto ad una tradizionale linea editoriale di carattere prettamente scientifico, ha puntato su un canale comunicativo diretto verso tutti gli attori coinvolti (cittadini, associazioni ambientaliste, medici di base, istituzioni, media).